NEWSARDE.IT Il quotidiano online della Sardegna

Logo Newsarde
Home Notizie Cultura SOVRANO ORDINE DI MALTA – Investitura di nuovi Cavalieri e Dame in Sardegna

SOVRANO ORDINE DI MALTA – Investitura di nuovi Cavalieri e Dame in Sardegna

Riconosciuto già dal 1104, presente in Sardegna, è attivo con aiuti e attività sociali ovunque nel mondo

CONDIVIDI

Di Salvatore Loriga

Si è conclusa, sabato 2 settembre, presso la chiesa di San Francesco di Alghero, la cerimonia religiosa, officiata dal Superiore Religioso Capo dell’Ordine, Don Luigi Usai, per l’investitura di 3 Cavalieri e 4 Dame del Sovrano Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, detto anche dei Cavalieri di Malta OSJ, effettuata dal Gran Maestro Sua Altezza Reale il Principe Don Thorbjorn Paternò Castello d’Ayerbe d’Aragona di Carcaci d’Emanuel di Valencia, coadiuvato dal Luogotenente S.E. il Marchese Don Thomas Molendini di Sant’ Andrea e dal Priore della Sardegna S.E. il Cavaliere di Gran Croce Francesco Ginesu.

 

Dopo aver benedetto gli abiti e le decorazioni, successivamente indossati dai Neo Postulanti, il Superiore Religioso ha benedetto la spada e, come si faceva un tempo, a fil di spada, il Gran Maestro ha nominato i Neo Cavalieri.

 

Sono stati nominati Cavalieri Pierpaolo Pintus, Federico Pintus, Gianni Magnani e Dame Maria Piga, Elena Kalara, Alessandra Deliperi e Maria Cossu, mentre il Cavaliere Antonio Fadda, di Ittiri, ha ricevuto una promozione come datore e capo commenda della commenda di San Nicola.

 

Erano anche presenti alla cerimonia, come graditissimi ospiti, il Priore della Sicilia, il Priore della Calabria e la contessa Natalina Romania.

 

Ordine cavalleresco, nato all’incirca nel 1048, quando il Venerabile Gerardo partì da Amalfi con altri confratelli per recarsi in Terra Santa a portare soccorso ai pellegrini, dove con il permesso del Califfo di Gerusalemme, Munstasir Billah, costruì un ospizio, dedicato a San Giovanni, presso il Santo Sepolcro.

 

Nel 1099, in segno di riconoscenza per le cure prestategli nell’ospedale, Goffredo di Buglione, a capo della prima Crociata, fece dono all’Ordine dei suoi possedimenti di Montboire in Brabante (Belgio) e nel 1104, Baldovino I, re di Gerusalemme, riconobbe ufficialmente l’Ordine ospedaliero.

 

Ordine arrivato fino ai giorni nostri e che, nonostante i vari trascorsi nei secoli, ha sempre portato avanti la sua missione di supporto e di ospitaliere, presso tutte le sedi in cui poteva e verso le genti che ne avessero bisogno.

 

Dopo la cerimonia religiosa e di investitura, la serata è continuata nel Ristorante Quarté Sayàl ad Alghero, dove si è tenuta la cena di Gran Gala.

 

Fratellanza, Uguaglianza e Spirito Umanitario sono stati gli argomenti che a conclusione della serata ha voluto affrontare il Principe Gran Maestro che ha ringraziato tutti coloro che si sono resi disponibili a favore dei bisognosi con interventi mirati durante il periodo della guerra Russia-Ucraina, e che stanno ancora portando aiuto a favore dei bisognosi, specialmente donne e bambini, oltre che a coloro che quotidianamente, in silenzio, si adoperano per le varie opere di bene.

 

Viva soddisfazione è stata espressa da tutti i partecipanti che hanno vissuto il vero spirito cavalleresco e che ha lasciato poco spazio alle parole, concretizzando solo i fatti.

 

L’Ordine dei Cavalieri di Malta OSJ, presente in Sardegna con il suo Gran Priore, S.E. il Cavaliere di Gran Croce Francesco Ginesu (nel riquadro della foto) continua la sua opera professando i principi fondamentali della Cavalleria Universale, unitamente a tutte quelle persone degne che ne accomunano i progetti per la Fede e per l’utilità dell’Uomo.

CONDIVIDI

Cerca

Articoli recenti