NEWSARDE.IT Il quotidiano online della Sardegna

Logo Newsarde
Home Politica REGIONALI 2024 – Sondaggio Piepoli: Todde in vantaggio, seguono Solinas, Milia e Truzzu

REGIONALI 2024 – Sondaggio Piepoli: Todde in vantaggio, seguono Solinas, Milia e Truzzu

Come coalizione il Centro destra è nettamente in vantaggio con più del 40% dei consensi

CONDIVIDI

CAGLIARI > Alessandra Todde (M5s) al 20%, seguono a pari merito Christian Solinas (governatore, Psd’az-Lega) e Graziano Milia (sindaco di Quartu, area centrosinistra) al 14% e, poco distaccato, Paolo Truzzu (sindaco di Cagliari, Fdi) al 13%.

 

Circola il primo sondaggio sulle preferenze dei sardi per chi guiderà la Regione in vista delle elezioni dei primi mesi del 2024: lo hanno commissionato alcuni imprenditori isolani, che vogliono restare anonimi, all’Istituto Piepoli.

 

Lei per quale candidato presidente pensa che voterà?”, è la domanda posta al campione di mille maggiorenni residenti in Sardegna.

 

L’analisi è stata richiesta, da quanto si apprende, per provare a immaginare quale binario di sviluppo prenderebbe la Sardegna a seconda di chi sarà a guidare la Regione. Nove i nomi presi in considerazione sulla base di quelli che circolano in entrambi gli schieramenti.

 

Dopo Truzzu le preferenze del campione si sono suddivise così: il deputato del Pd Silvio Lai (10%), Alessandra Zedda, Fi, (9%), Mauro Usai, sindaco Pd di Iglesias (8%), Romina Mura, Pd, (7%), Luca Saba, direttore regionale di Coldiretti (5%).

 

Grande assente Renato Soru, che dopo la sua auto candidatura per le eventuali primarie, è il nome che gli indipendentisti di Liberu porteranno sul tavolo della coalizione.

 

Nell’analisi di Piepoli anche i confronti diretti: Todde-Solinas 45%-20%, ‘non sa’ 35%, Todde-Truzzu 38%-23%, ‘non sa’ 40%.

E la fiducia, dove Solinas crolla al 17%.

 

Il campione ripone in maggioranza la sua fiducia su Alessandra Todde, possibile candidata della coalizione di campo largo del centrosinistra, con il 30%, avanti rispetto al 29% di Graziano Milia, seguono i sindaci Paolo Truzzu (25%) e Mauro Usai (24%).

 

Pessimo il dato, riportato nel sondaggio, sulla soddisfazione dell’operato del governatore uscente Solinas, fermo al 43% (‘per nulla’) e al 39% (‘poco’), dove tra gli elettori del centrodestra la percentuale degli insoddisfatti si attesta al 65%.

 

Come coalizione il Centro destra è comunque nettamente favorito con più del 40% dei consensi e nel dato sulle preferenze dei partiti spunta lo scostamento tra il gradimento del sindaco di Cagliari Truzzu e il suo partito, FdI, che è il primo nelle preferenze con il 17,5%.

 

Segue a pochissima distanza il M5s con il 17%, il Pd arriva al 15%, mentre la Lega si ferma all’8%, Psd’Az e Forza Italia entrambi con il 7%.

All’1% ciascuno i piccoli che compongono il tavolo del centrosinistra (Progressisti, Avs, Demos, Socialisti).

 

Infine bisogna tenere conto che tra i nomi proposti dai sondaggisti non figurano quello di Pietro Pittalis, proposto come prima scelta da Forza Italia al tavolo nazionale del Centro destra, ne quello di Renato Soru per il Centro sinistra.

 

Questo aspetto viene considerato di estrema importanza; perché Pittalis e Soru godono di un’autorevolezza tale che la loro presenza nella competizione elettorale può far cambiare, se non addirittura capovolgere, le intenzioni di voto.

CONDIVIDI

Cerca

Articoli recenti