NEWSARDE.IT Il quotidiano online della Sardegna

Logo Newsarde
Home Politica PSd’AZ – È ufficiale l’uscita di Gianni Chessa e Piero Maieli, definiti “scorie” da Solinas

PSd’AZ – È ufficiale l’uscita di Gianni Chessa e Piero Maieli, definiti “scorie” da Solinas

✅ Comunicato contro la dirigenza firmato da Andrea Cocco e Quirico Sanna

CONDIVIDI

Di Redazione

CAGLIARI > “Con grande amarezza e sgomento apprendiamo dalla stampa le dichiarazioni del Segretario Solinas che definisce “scorie” i Consiglieri Regionali Gianni Chessa e Piero Maieli (nella foto). Per chi come noi ha conosciuto un Partito all’interno del quale, oltre alla medesima fede politica, prevalevano sentimenti quali il rispetto, l’amicizia, la libertà e la fratellanza appare surreale assistere a un Segretario che spinge verso l’uscita coloro che si allontanano per l’impossibilità di trovare un dialogo e un confronto.”

 

È questo il tenore del comunicato stampa diffuso ieri da due alti dirigenti del PSd’Az, Andrea Cocco, consigliere nazionale già responsabile Esteri del partito e da Quirico Sanna,  già vice segretario e vice presidente dei 4 Mori.

 

Un documento che esorta la dirigenza appena riconfermata ad un cambio di rotta ma che non lascia spazio a interpretazioni di sorta su quello che ormai sembra il destino, fatale, che attende il partito più longevo della storia d’Italia.

La fuoriuscita di Chessa e Maieli apre infatti le porte alla dissoluzione del gruppo in Consiglio regionale; sarebbe la prima volta nella storia Autonomistica che il partito dei 4 Mori non sarà rappresentato nella massima assemblea sarda.

 

“Durante la nostra lunga militanza, la partenza di un sardista generava sentimenti di smarrimento e l’abbandono di un Consigliere Regionale veniva vissuto come un evento luttuoso. Per queste ragioni non ci capacitiamo di come sia possibile asserire che il partito “rinasce depurato da alcune scorie -si legge nel documento-. La politica è occasione di incontro tra le persone e il Partito Sardo d’Azione deve rimanere quel luogo di elaborazione di idee che unisce le genti attorno a un progetto di sviluppo, crescita e autodeteminazione del Popolo Sardo”.

 

Gli Onorevoli Chessa e Maieli hanno ricevuto un vasto consenso da parte della base sardista e crediamo che non meritino di essere apostrofati con parole che poco si addicono a un Segretario Politico che dovrebbe assicurare l’unità e la crescita del partito piuttosto che l’estinzione o la scomparsa dal Consiglio Regionale, come invece sembrerebbe possa accadere” -proseguono Cocco e Sanna-. Desideriamo pertanto esortare il Segretario Solinas a volersi adoperare maggiormente verso “azioni” che favoriscano l’unità del Partito anziché alimentare divisioni e contrasti che ne compromettono l’immagine agli occhi della comunità politica sarda”.

 

“Auspichiamo -concludono Quirico Sanna e Anrdea Cocco- che dall’immobilismo figlio della stagione governativa appena conclusa si passi a un forte “azionismo” affinché l’essenza del messaggio sardista possa nuovamente giungere ai sardi come l’unica via verso l’autodeterminazione e la felicità del popolo sardo”.

 

 

Copyright © New Sarde

CONDIVIDI

Cerca

Articoli recenti