NEWSARDE.IT Il quotidiano online della Sardegna

Logo Newsarde
Home PoliticaNotizie politica regionale Sardegna NUOVI OSPEDALI – Alessandra Zedda: “Basta polemiche, con la salute non si gioca”

NUOVI OSPEDALI – Alessandra Zedda: “Basta polemiche, con la salute non si gioca”

Per l'esponente di Forza Italia "il piano va discusso in Consiglio regionale"

CONDIVIDI

CAGLIARI > “Basta polemiche, con la salute non si gioca. Il piano della nuova infrastrutturazione ospedaliera per tutta la Sardegna venga discusso in Consiglio regionale.”

 

A dirlo è la Consigliera regionale di Forza Italia, Alessandra Zedda, che interviene sulla problematica relativa all’edificazione dei nuovi ospedali e che da qualche giorno occupa la cronaca nello scenario politico della Regione Sardegna.

 

“La salute, come abbiamo vissuto anche con la recente pandemia, è settore vitale e non può essere lasciata alla sola discrezione di una singola persona e tantomeno di Ares – si legge nella nota stampa -. La riorganizzazione sanitaria, oggi, si basa anche su 8 aziende sanitarie locali. Pur comprendendo la posizione della Giunta Regionale in merito all’urgenza di spendita delle risorse per i nuovi ospedali, è il Consiglio Regionale che deve decidere sull’attuazione del piano salute e in particolare sulla eventuale costruzione dei nuovi ospedali. Considerate le rivendicazioni e le lamentele delle parti sociali, delle associazioni di categoria, dei sindacati e soprattutto dei pazienti, credo valga la pena di portare la partita importantissima del finanziamento per la costruzione dei nuovi ospedali in Consiglio Regionale senza perdere altro tempo prezioso. Tempo che per ora è stato lasciato ai soli proclami e a boutade che sono state oggetto di fraintendimento anche da parte delle minoranze.”

 

Per Alessandra Zedda “è fondamentale che su questi temi si apra un dibattito serio ma anche celere che coinvolga a pieno titolo il Consiglio Regionale senza ritardare gli investimenti. Da ciò deve derivare uno stop immediato alle decisioni sul futuro del Brotzu, l’ospedale più grande della Sardegna ritenuto sempre il centro della salute più innovativo e di riferimento per la sanità regionale.”

 

“La ristrutturazione del Brotzu dovrà essere effettuata urgentemente negli spazi legati alle cure urgenti e agli interventi operatori anche perché è impensabile una chiusura in breve tempo di alcuni spazi sanitari proprio del Brotzu – ha proseguito Zedda -. I nuovi ospedali occorrono ma il filo conduttore deve essere quello di accorpare i servizi al fine di valorizzare anche il personale sanitario e non, per garantire la migliore salute a tutti i cittadini. Oggi il tempo però è scaduto, strutture a cui occorrevano manutenzioni straordinarie non hanno avuto gli interventi dovuti. Certo occorrerà abolire l’idea di strutture distribuite in vari edifici.”

 

Sono certa – ha concluso l’esponente di Forza Italia – che il Consiglio regionale concluderà la riforma del sistema sanitario apportando i necessari correttivi anche in linea con la normativa nazionale che supera una visione ospedale centrica e punta sulla prevenzione, ricerca, e soprattutto favorisce e intensifica il rapporto paziente-territorio-ospedale.”

CONDIVIDI

Cerca

Articoli recenti