NEWSARDE.IT Il quotidiano online della Sardegna

Logo Newsarde
Home Dai Comuni SINISCOLA – Interrogato dal pm, Giovanni Bomboi è ora in carcere per tentato omicidio

SINISCOLA – Interrogato dal pm, Giovanni Bomboi è ora in carcere per tentato omicidio

✅ "Ero esasperato dalle restrizioni", ha dichiarato l'agricoltore

CONDIVIDI

Di Redazione

SINISCOLA > Giovanni Bomboi, l’agricoltore di Siniscola che ieri ha esploso alcuni colpi di arma da fuoco nel piazzale antistante gli uffici del Consorzio di Bonifica della Sardegna Centrale, è stato interrogato stamattina dal pm Ireno Satta.

Bomboi, 42 anni, Consigliere comunale nella cittadina dell’alta Baronia, ha ammesso di aver sparato “perché ormai esasperato dalle pesanti restrizioni idriche” adottate per contrastare la gravosa siccità che sta letteralmente mettendo in ginocchio l’economia agropastorale dell’intero territorio.

 

Tutto era iniziato quando all’agricoltore erano stati sigillati i contattori della fornitura dell’acqua per irrigazione in quanto scoperto ad irrorare una piantagione di erba medica.

 

Ieri mattina Bomboi si è recato nella sede del Consorzio e lì ha esploso diversi colpi di pistola che hanno raggiunto dei mezzi in sosta nel piazzale.

 

Fortunatamente nessuno è rimasto ferito.

 

Giovanni Bomboi si è quindi allontanato e si è reso irreperibile sino a tarda sera quando, assistito dal suo avvocato, si è costituito spontaneamente agli agenti del Commissariato di Siniscola.

 

Tradotto in questura a Nuoro ha ribadito i motivi del suo gesto, dovuto all’esasperazione per le restrizioni idriche che non gli consentono più di mandare avanti l’azienda agricola, irrigare i campi e abbeverare il bestiame.

 

Bomboi ha anche consegnato l’arma usata, una pistola semiautomatica di piccolo calibro.

 

È ora rinchiuso a Badu’ e Carros con la pesante accusa di tentato omicidio.

Nei prossimi giorni l’udienza davanti al gip per la convalida.

CONDIVIDI

Cerca

Articoli recenti