NEWSARDE.IT Il quotidiano online della Sardegna

Logo Newsarde
Home Notizie Cronaca Sardegna BRASILE – Gli levano computer e cellulare: 16enne stermina l’intera famiglia

BRASILE – Gli levano computer e cellulare: 16enne stermina l’intera famiglia

✅ Ha poi pranzato, è andato in palestra e al rientro ha ucciso la madre

CONDIVIDI

Di Redazione

SAN PAOLO DI BRASILE >  Un 16enne è stato arrestato in Brasile, nella città di San Paolo, dopo che ha ammesso di aver sterminato l’intera famiglia, i genitori adottivi e la sorella, perché privato del cellulare e del personal computer.

 

I cadaveri già in stato di decomposizione di Isac Tavares Santos, 57 anni, Solange Aparecida Gomes, 50 anni, e Letícia Gomes Santos, 16 anni, sono stati rinvenuti in una abitazione della megalopoli brasiliana, nel quartiere di Vila Jaguara.

 

È stato lo stesso omicida ad avvisare la polizia e ad accompagnarli sul luogo del delitto.

 

Agli agenti ha confessato con inaudita freddezza l’intero accaduto.

 

Ha dichiarato di aver pianificato tutto durante la notte precedente la strage, spinto dal fatto di essere stato privato sia del computer sia del cellulare; cosa che gli ha causato ritardi nella consegna dei compiti scolastici e per tale disguido aver ricevuto un dileggiante “fannullone”.

 

Il 16enne ha atteso che il padre uscisse di casa, si è impossessato della sua pistola, una calibro 9 in dotazione agli agenti municipali, e ha quindi esploso un colpo di prova nel materasso del letto nella camera dei suoi genitori adottivi.

 

Isac Tavares Santos è stato ucciso con un colpo alla nuca, mentre la ragazza, Letícia Gomes Santos, accorsa a controllare cosa stesse succedendo, è stata colpita in pieno volto.

 

Con molta freddezza il 16enne avrebbe quindi pranzato con il corpo del padre a pochi centimetri di distanza, recandosi subito dopo in palestra.

 

Rincasato nel tardo pomeriggio ha atteso pazientemente il rientro della madre, Solange Aparecida Gomes.

 

Dopo avergli aperto il cancello, una volta scesa dall’auto, l’ha freddata a colpi d’arma da fuoco.

 

Nella foto le tre vittime con il 16enne pluriomicida.

CONDIVIDI

Cerca

Articoli recenti